/* */

Soglia critica sul sito Pistoia in Giallo

  • admin
  • 15/01/2014

La prima bella impressione che si ha leggendo questo romanzo è che il suo autore sia un forte lettore, appassionato e divertito da ciò che legge, impegnato a trasmettere le stesse sensazioni in quello che scrive.

I libri e l’amore per la lettura emergono nel romanzo in momenti sorprendenti. L’assassino, appostato in attesa del momento migliore per passare all’azione, inganna l’attesa leggendo un libro e sempre un libro – Bel ami di Maupassant – con una citazione scritta a penna in prima pagina, diversa da omicidio a omicidio, viene utilizzato come firma del delitto appena commesso.

leggi l'articolo

Commenti