/* */

Il segreto di Ascanio su Prima pagina

  • admin
  • 05/11/2015

Una recensione su Prima pagina online di Martina Mattone.

È fresco di uscita Il segreto di Ascanio, l'ultimo romanzo di Alessandro Prandini, che ci riporta nella vita del commissario Scozia, stavolta impegnato in una nuova e intricata vicenda.

Commento

Pur essendo principalmente un giallo, credo che  Il segreto di Ascanio possa piacere anche a chi non ama particolarmente il genere. La trama, unita alle modalità narrative dell'autore, lo fa rassomigliare più a un metaromanzo che a un romanzo vero e proprio. L'indagine del commissario Scozia così come la sua vita privata e le vicende che la riempiono sembrano far parte di una storia a parte, tanto sono intricate le vite degli altri protagonisti, principali e non. Lucrezia è un personaggio femminile molto forte. Bella. Affermata. Passionale e innamorata più della vita, del successo, del sesso e che degli uomini. Eppure sotto questa maschera si nasconde anche una donna fragile, quasi un Anna Karenina dei giorni nostri, seppur con le dovute differenze. Non mi ha convinto, invece, Lorenzo, che forse è stato caratterizzato appositamente così, ma nella storia, nonostante abbia un ruolo principale, continua ad essere un po' anonimo e passivo. Nella ricerca di un lavoro, con la sua compagna e persino con quella che dovrebbe essere la sua passione, quella della scrittura, non riesco a vedere il giusto entusiasmo. Lo avrei preferito più attivo e partecipe, ma – ripeto – forse era proprio questa l'idea che l'autore voleva dare di lui e in quel caso è riuscito benissimo nel suo intento.

Avrei preferito anche qualche personaggio in meno, più che altro perché in generale, sostengo che siano meglio pochi personaggi caratterizzati a fondo piuttosto che tanti e un po' accennati. Mi rendo conto però che all'interno di un giallo non possono entrare solo due o tre personaggi, perché altrimenti la risoluzione del mistero sarebbe troppo immediata e scontata. Riuscitissimo all'autore è invece l'impianto narrativo: l'alternarsi di passato e presente tramite il flashback, così come le annotazioni dell'agenda o il susseguirsi delle date rallentano e accelerano il ritmo a momenti alterni, innescando in questo modo nel lettore la giusta suspense e aspettativa.

Vai alll'articolo completo

Commenti