/* */

Io consiglio... di accompagnare il Commissario Casabona nell’analisi dei crimini, tutti italiani, che toccano la Toscana.

  • Laura Bonaguro
  • 02/09/2016

Durante il mio ferragosto fiorentino, ospite di una cara amica, mi sono imbattuta in Antonio Fusco, funzionario della Polizia di Stato e criminologo forense che si occupa di indagini giudiziarie. Con il primo giallo: Ogni giorno ha il suo male si viene trasportati in un clima tutto nostrano a seguire le orme di delitti e vite personali intrecciate con naturalezza e veridicità palpabili. È asciutto il linguaggio della narrazione, quasi essenziale. I dialoghi sono densi, distribuiti accuratamente nell’apparato scenico dove niente sembra turbare il filo conduttore del racconto e tutto sembra srotolarsi adagio all’interno della trama. Casabona è realistico, reale da esistere per davvero e nel mio immaginario con le fattezze dell’attore Pierfrancesco Favino! Dopo le prime dieci pagine movenze, espressioni del volto, atteggiamenti del personaggio, combaciano alla perfezione :-)

L’umanità del commissario è così discreta e istintiva da imprimere simpatia all’istante senza effetti speciali, lontano da ogni esibizionismo. Pur avendo una predilezione particolare per le analisi profonde, psicologiche, la determinatezza di certe storie mi affascina tantissimo. È come se l’autore avesse scelto di rivelare le cose salienti da chiudere in unità di senso assieme al caso lasciando pochissimo spazio alle questioni sospese. Alla fine la verità esce pulita e semplice. Ciò che resta del mistero e delle domande è quella zona di incertezza tipica del ragionamento sulla natura dell’uomo.

“Quis, Quid, Ubi, Quibus Auxiliis, Cur, Quomodo, Quando?”

«Chi, Che cosa, dove, con quali mezzi, perché, in qual modo, quando?» è l’Esametro di Cicerone, esprime i principi di costruzione di un'orazione. 

Certo, possiamo tradurlo con la regola delle 5 W del giornalismo anglosassone: who?, what?, where?, when?, why? (chi?, cosa?, dove?, quando?, perché?). Ma vuoi mettere l’eleganza e la poesia nella versione originale?

Rimani sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo sito e ricevere via e-mail le news





Lascia un commento